Mansioni dell’Autista Soccorritore

Mansionario professionale e deontologico dell’Autista Soccorritore

Tutti noi Autisti Soccorritori sappiamo bene quanto sia duro lavorare senza un mansionario specifico che vada ad indicare una volta per tutte le nostre competenze, in special modo nell’ala dell’emergenza sanitaria di 118 territoriale. Le domande che attendono risposta sono tante. Nel nostro percorso specifico sindacale NOI chiederemo a gran voce agli organi governativi risposte precise in merito al tema sopracitato. RIPETIAMO: vogliamo che l’Autista Soccorritore venga riconosciuto come figura professionale dallo Stato e di conseguenza divenga a tutti gli effetti MEMBRO DELLA SANITÀ PUBBLICA.

first aid training cpr PMUDLFT 1

Alcune delle domande che attendono risposta sono:

  • Chi è il responsabile e gestore del vano guida? NOI? Ad ogni modo chi gestisce il comune spazio indicato? CHI ne ha l’autorità?
  • Chi decide l’andatura di marcia del veicolo sanitario in soccorso operativo in base al codice di allertamento? NOI o altri membri dell’equipaggio?
  • I presidi adibiti all’allerta riguardo la gestione operativa degli interventi di emergenza sanitaria (telefoni di servizio o tablet), da chi devono essere gestiti? Dall’Autista Soccorritore o dal medico? Chi ne è responsabile? CHI deve sapere per primo dove si deve dirigere l’equipe sanitaria di soccorso?
  • Nel vano sanitario NOI di cosa siamo responsabili in maniera strettamente diretta?
  • In caso di incidente stradale e di conseguente estricazione paziente dall’abitacolo, chi decide quale manovra porre in essere? Chi se ne assume le conseguenti responsabilità?
  • Negli interventi cosiddetti minori all’interno delle private abitazioni o in altri luoghi ove necessitano essere trasportati presidi del soccorso dal veicolo sanitario al luogo fattivo di intervento dove si materializza il soccorso; l’A/S cosa deve trasportare? Borsone sanitario DEFRIBRILLATORE, cosa..?
  • In caso di massaggio cardiaco ove sia presente tutta l’equipe, quali sono le reali competenze dell’A/S? Che cosa può e deve fare?
  • In caso di trasporto paziente dalle abitazioni o luoghi privati fino al veicolo di emergenza sanitaria, chi è responsabile di questa manovra di trasporto? Chi decide quali presidi adoperare? Quali sono le figure che devono prendere parte attiva all’operazione?
  • Dove finisce la competenza dell’A/S e dove inizia quella dell’infermiere e dell’emergenza sanitaria? L’autista può coadiuvare il suo operato? Deve farlo? Chi lo stabilisce?
  • L’autista ha competenze di operatore sanitario? Chi ne regolamenta l’operato?
first aid 4089599 640

Le domande bisognevoli di risposte potrebbero continuare e continuare……
I punti sopra elencati sono solo delle guide che rendono l’idea in che direzione si muove quest’ONDA SINDACALE DI CATEGORIA GIOVANE ED INNOVATIVA. Nessuno ancora sa esattamente dove iniziano e finiscono le competenze mediche, dove iniziano e dove finiscono quelle infermieristiche e noi chiederemo dunque agli organismi statali in merito al tema dove iniziano e finiscono le nostre mansioni.

Questo sarà possibile solo allorquando anche noi avremo un ordine di categoria, un codice deontologico, una dignità.

Va unificato il mansionario dell’A/S a livello italiano, PER ESEMPIO ogni A/S deve sapere che al terzo rigo della sua check list corrisponde quella specifica cosa per tutte le check list italiane, che ogni A/S prontamente compila nel mentre del controllo routinario di inizio servizio.

Questa linea va applicata a tutte le cose…

MANSIONARIO UGUALE PER TUTTI RICONOSCIUTO DALLO STATO ITALIANO: MANSIONARIO CHE LE AZIENDE NON DEVONO PIÙ  PORRE IN ESSERE PRIVATAMENTE DIVERSIFICANDOLO DUNQUE DA ZONA A ZONA. ESISTENDO UN MANSIONARIO UNICO, COME DEL RESTO ESISTE PER LE ALTRE CATEGORIE DELL’INGRANAGGIO SANITARIO, ALLE AZIENDE NON RESTERÀ SOLO CHE PRENDERLO ED APPLICARLO A TUTTE LE FIGURE CHE DI TALE MANSIONARIO NE RAPPRESENTANO LA PROFESSIONE. IN TAL MODO SARANNO AGEVOLATE ANCHE LE AZIENDE LE QUALI NON AVRANNO PIÙ L’ONERE DI ADOPERARSI PER DELINEARE L’OPERATO DEI LORO A/S.

Unisciti a noi

Possono aderire alla F.A.S.I. tutti i lavoratori che operano nella sanità a qualsiasi livello, con prevalenza nell’emergenza sanitaria su tutto il territorio nazionale.
La Federazione Autisti Soccorritori Italiani – F.A.S.I. – è un’organizzazione intercategoriale senza fini di lucro, rappresentativa dei lavoratori dipendenti ed autonomi, di quelli occupati in forme cooperative ed autogestite, dei precari in cerca di prima occupazione. La F.A.S.I. è indipendente dai partiti politici e da qualsiasi altra espressione ad essi comunque collegabile, e ad ogni altra estranea ingerenza, e contro qualsiasi discriminazione di tipo sociale, economico e religioso.

Scarica il modello per aderire al nostro sindacato. Compilalo e inviacelo online all’indirizzo info@sindacatofasi.it oppure vienici a trovare alla nostra sede in via Martiri d’Ungheria, 5, Benevento

Contattaci per qualsiasi informazione

Privacy

Apri la chat
Ciao!
Posso esserti di aiuto?